La campagna

Alcuni consigli per la tua campagna di crowdfunding

Capita spesso di incontrare campagne crowdfunding che, pur avendo un contenuto interessante e innovativo, faticano a raggiungere i propri obiettivi. La preparazione di una campagna viene spesso sottovalutata e si tende a concentrare tutto sulla qualità della propria idea, sottovalutando la necessità di comunicare quell’idea nella maniera più efficace.

Questi sono alcuni dei passi preliminari necessari affinché una campagna possa puntare a raggiungere il proprio obiettivo:

Crea una community interessata al progetto utilizzando i social media

Presentare il proprio progetto prima del lancio della campagna di crowdfunding è fondamentale per creare una community interessata alla tua idea che sia pronta a sostenere la campagna fin dall’inizio. Puoi creare una pagina apposita per il progetto o utilizzare i profili social della tua associazione od organizzazione per promuovere la tua idea e cominciare a raccogliere feedback importanti per la pianificazione della campagna.

Ricorda che i numeri da soli non bastano, avere tanti follower è sicuramente un buon punto di partenza; quello di cui hai bisogno però è di persone effettivamente interessate al progetto, sia per raccogliere donazioni fin dai primi giorni della campagna, sia per garantirti una maggiore visibilità sui social media.

Racconta una storia

Coinvolgere potenziali donatori attraverso i social media non è un compito facile; presentare un progetto razionale e ben pianificato non è sufficiente. Per attirare l’attenzione delle persone e portarle a donare è necessario che il tuo progetto racconti anche una storia in grado di emozionare chi la legge o la ascolta.

Una campagna di crowdfunding di successo ha la capacità di far sentire il donatore al centro del progetto; ricorda che un sostenitore che supporta economicamente il tuo progetto non va visto come un semplice finanziatore ma come una componente fondamentale della tua campagna. Chi ti supporta e crede nella tua idea, per esempio, sarà probabilmente, pronto a condividerla con i propri contatti, permettendoti di raggiungere nuovi potenziali donatori.

Pianifica la campagna con precisione

Il primo passo da compiere nella fase di pianificazione è quello di definire il target primario della campagna, cioè gruppi di utenti che potrebbero essere interessati a finanziare o a dare visibilità al tuo progetto come i tuoi associati, i membri di altre associazioni del settore, siti web o blog interessati alla tematica, ecc. Sulla base dei target che identificherai potrai pianificare la tua campagna di comunicazione e potrai definire gli strumenti e i messaggi da utilizzare per raggiungere il tuo pubblico di riferimento.

Tutte le attività che avrai definito nella tua strategia dovranno poi essere inserite in una timeline precisa e dettagliata. Ricorda che per una campagna di crowdfunding il tempo è un elemento fondamentale; pianifica le attività di comunicazione e le strategie e cerca di prevedere l’andamento delle donazioni. Questo ti permetterà di preparare con anticipo le soluzioni per una campagna poco efficace nelle sue prime fasi o di inserire degli stretch goal nel caso le tue stime siano state ampiamente superate.

Identifica le ricompense

Le ricompense di una campagna crowfunding sono un elemento molto importante sia per invogliare un potenziale donatore a sostenerti, e sia per portarlo a donare una cifra più alta in vista della ricompensa.

Le ricompense possono essere simboliche, come ringraziamenti pubblici, in video, all’interno del materiale di comunicazione del progetto, o prevedere dei prodotti e gadget legati al progetto come magliette, cappelli, adesivi. Per i donatori che decidono di supportare il progetto con cifre più alte è possibile prevedere anche ricompense come l’invito all’evento di presentazione del progetto o un invito a partecipare ad un’attività del progetto per poter osservare direttamente il risultato del proprio sostegno.

Ricorda di definire con attenzione tutti i dettagli legati alle ricompense (es. spese di spedizione) e di calcolare con attenzione i loro costi per evitare che la realizzazione delle ricompense possa andare a compromettere economicamente la realizzazione del progetto.

Il primo 30% è determinante

Il successo di una campagna di crowfunding è determinato dal suo andamento nelle fasi iniziali. Per convincere un potenziale sostenitore a sostenere la nostra campagna abbiamo bisogno di una base di donazioni fin dalle prime fasi della campagna; per questo è fondamentale creare una community e creare interesse intorno al progetto prima dell’inizio della campagna.

Il primo 30% del progetto dovrebbe essere finanziato da utenti fidelizzati, già coinvolti nelle nostre attività o che siamo riusciti a coinvolgere prima dell’inizio della campagna. Se molte altre persone hanno sostenuto un progetto, un utente capitato, anche per caso, sulla pagina della nostra campagna, sarà attirato e interessato.

L’importanza di questo 30% è chiaramente collegata al budget dei progetti che decidiamo di proporre. Più alto è il budget che richiediamo, più sarà alta la somma che dovremo assicurarci per permettere alla campagna di essere visibile, di essere diffusa sulla rete e di guadagnare credibilità per attirare potenziali sostenitori.